+39 041 3033455

Tipologie di fratture ossee

Quando parliamo di fratture ossee intendiamo una condizione medica per la quale vi è un’interruzione di continuità di un segmento osseo o cartilagineo. In questo contributo Physioclinic Poliambulatorio, redatto dal nostro fisioterapista Pierluigi Conton responsabile della palestra riabilitativa, spieghiamo le tipologie di fratture ossee.

Le fratture sono all’ordine del giorno, ma la natura del trauma può essere diversa: possono essere fratture da trauma diretto, dove l’osso viene frammentato nel punto di contatto del trauma, oppure possono essere distanti dal punto di manifestazione della forza seguendo la linea cinetica del corpo fino ad arrivare alla frattura.

Le fratture per carichi ripetuti e ad alto carico si chiamano fratture da stress come succede spesso nei maratoneti, dove la frattura riguarda soprattutto il secondo metatarso.
Inoltre possono esserci particolari condizioni fisiche che portano il corpo a una situazione di fragilità ossea come l’osteoporosi, alcuni tumori e l’osteogenesi imperfetta. Questo tipo di fratture è anche detto frattura patologica.
Altre fratture possono essere causate da una forte e brusca contrazione muscolare, dette anche fratture da avulsione.

CLASSIFICAZIONE DELLE FRATTURE
Le fratture possono essere varie e di vario genere, riassumeremo le più frequenti.
Frattura composta/scomposta: prendendo in esame un femore, la frattura risulterà composta quando la continuità dell’osso risulta interrotta da una linea di frattura ma l’asse dell’osso stesso viene mantenuta. Contrariamente, se invece la continuità dell’osso non viene mantenuta, e in più anche l’asse dell’osso non viene mantenuta, allora si parla di frattura scomposta.
Frattura completa o incompleta: se la frattura riguarda tutto lo spessore dell’osso allora si parla di frattura completa, se invece riguarda parte della sezione dell’osso allora sarà parziale.
Frattura esposta o chiusa: quando abbiamo una lacerazione della pelle allora abbiamo una frattura esposta che lascia un ampio spazio alla possibilità di infezioni batteriche.
Frattura a legno verde: specie nei giovani l’osso si rompe dopo essersi piegato e spesso abbiamo anche una frammentazione dello stesso.
Fratture trasverse, oblique, longitudinali, ingranate o spiroidali: queste fratture si diversificano per la direzione della linea di frattura.